Scuola guida

Quando siamo nati, nel 1968, i giovani sognavano le Citroen 2CV, le Dyane, le Mini Morris e la Fiat 500, che allora costava 515 mila lire. Oggi, il nostro primo patentato ha quasi 70 anni e ogni anno centinaia di giovani continuano a sceglierci non certo per la nostra storia, ma perché parlano tra di loro ed evidentemente ne parlano piuttosto bene. Forse non è un caso. 

Si chiama passione per la guida e per l’insegnamento

Tutto il resto, la capacità di capire in anticipo il linguaggio dei tempi, di rinnovarsi prima di tutti gli altri nei servizi, nelle strutture, nei sistemi didattici e nei veicoli, è una conseguenza. Oggi Autoscuola Adriatica significa: 

  • 5 insegnanti;
  • 5 istruttori;
  • 3 ore di lezioni giornaliere per le patenti A e B;
  • corsi per stranieri;
  • 10 postazioni di computer in aula, per consentire a tutti gli allievi di esercitarsi anche al di fuori delle ore di lezione programmata;
  • 4 autovetture di ultima generazione per le esercitazioni di guida;
  • 4 motocicli per le diverse categorie di moto;
  • autobus, autocarro e rimorchi per le patenti professionali;
  • patenti e recupero punti;
  • Corsi CQC (anche individuali)
  • Corsi ADR;
  • ambulatorio medico in sede;
  • esami in sede;
  • infortunistica stradale per consulenza, assistenza e risarcimento danni a seguito di contravvenzioni o incidenti stradali;
  • pratiche auto.
News